23/05/12

chimajarno goes to Helsinki...







chimajarno a
"MANOS rassegna di design autoprodotto"
Helsinki World Design Capital 2012
Narinkka Square
Helsinki
25 26 27 maggio 2012


COMUNICATO STAMPA
Prende il via con la partecipazione ufficiale a Helsinki World Design Capital 2012 il progetto di collaborazione culturale Venezia – Helsinki.

L’idea nasce dall’incontro di alcuni operatori, designers, artisti e creativi veneziani e finlandesi che si sono conosciuti in occasione delle Biennali d’Arti visive e di Architettura negli ultimi anni frequentando il Padiglione dei Paesi nordici e del Padiglione Aalto della Finlandia nella sede ai Giardini di Castello. Quello che all’inizio era un semplice e libero scambio di idee, informazioni e competenze si è trasformato nel tempo in un vero e proprio progetto internazionale di cooperazione e scambio culturale pensato come luogo aperto di sperimentazione di nuove forme e modalità di intersezione di idee, riflessione, elaborazione ed attuazione progettuale e che si muove sulle linee di politica culturale promosse dalla Comunità europea volte a favorire e promuovere la libera circolazione delle diversità culturali, delle opere e delle professioni ad esse collegate. E' un progetto in progress, un'eco tra due realtà urbane che si somigliano nell'acqua e (si) riflettono nella natura e con essa interagiscono in equilibri continui di natura ed artificio, con l’obiettivo di creare un legame durevole e multidisciplinare, un twinning project generato dalle capacità e potenzialità presenti ed attive nel tessuto culturale e sociale delle due città. L’invito ufficiale a partecipare a Helsinki World Design Capital 2012, manifestazione internazionale di grande prestigio, rappresenta il primo importante riconoscimento di questo progetto che vedrà impegnati artisti,designers e artigiani legati alle associazioni culturali veneziane Spiazzi, Spiazziverdi e Artisti e Artigiani Associati di Cosma e Damiano con il coordinamento di Cecilia Foresi.

In particolare, il programma della loro partecipazione prevede:
• 25 – 26 - 27 maggio:
MANOS: ormai consolidata rassegna di design autoprodotto esporta molti designers veneziani, aprendoli al confronto con un pubblico abituato all'ottimo design.
a cura di Raffaella Brunzin e Gaetano Di Gregorio -Spiazzi
• 29 maggio:
Creative City Gardens: la prassi veneziana di invadere calli e piccole corti con piante e vasi sarà riproposta nella piazza tra i musei di Architettura e di Design, intorno al Wooden Pavilion, tracciando con i bambini di Helsinki il disegno di un giardino-orto ideale, dove si potrà coltivare, ma anche imparare, cucinare, passare del tempo insieme, come del resto avviene nell'orto curato dal gruppo Spiazziverdi alle Zitelle.
a cura di Michele Savorgnano e Gaetano Di Gregorio -Spiazzi
• 30 maggio:
Conferenza sulle trasformazioni urbane dell'isola della Giudecca: Il contributo della città passa attraverso il racconto dello sviluppo urbano dell'isola della Giudecca, l'unico posto di Venezia interessato da grandi trasformazioni e forse, ancora, in continuo cambiamento, a dimostrazione che Venezia è una città viva e in evoluzione, nell'ambito di una conferenza sul tema delle città d'acqua.
a cura di Michele Savorgnano e Gaetano Di Gregorio - Spiazzi
• 31 maggio:
The Unexpected Lace: dalla maestria di Burano, fili e nodi eseguiti direttamente con le mani da bambini e anziani, formeranno un grande merletto collettivo, che insegna la bellezza del lavoro manuale ed il valore di realizzarlo insieme.
a cura di Paola Bonardo e Raffaella Brunzin – Spiazzi
Il progetto gode del convinto sostegno dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Ambasciata Italiana in Finlandia come testimoniano le parole dell’Ambasciatore Girogio Visetti “ in questo momento di difficile congiuntura e di crisi, il vostro obiettivo di innescare forme di cooperazione e scambio culturale, di nuove modalità di riflessione, elaborazione ed attuazione progettuale attorno al rapporto tra natura, creatività e tecnologia, coglie l’essenza di uno dei temi strategici su cui pensare il futuro culturale, sociale ed economico e non solo in Europa” e della collaborazione e partecipazione di alcune tra le più significative organizzazioni ed istituzioni culturali della Finlandia nel settore del design, della performing art, delle arti visive.
Si preannuncia il secondo scambio con l’arrivo dei partners Finlandesi a Venezia in concomitanza della 13^ Mostra Internazionale di Architettura il cui tema, Common Ground, interpreta felicemente lo spirito di questo progetto.
Con preghiera di pubblicazione

Helsinki – Venice Cultural Collaboration Project
Team di Coordinamento

1 commento: