17/01/12

chimajarno a "OpenARTmarket"...Roma...





Comunicato stampa
Titolo della manifestazione: openArtmarket – L’arte contemporanea tra promozione culturale e mercato – Opere da 49 a 999 €uro

Genere: Arte contemporanea 
Concept a cura di Antonietta Campilongo 
Organizzazione – Ufficio Stampa: nwart 
Periodo: dal 28 gennaio 2012 al 28 febbraio 2012 
Sede: Mostrarti 
Indirizzo: Via Santa Maria in Monticelli 66 
Città: 00186 Roma
Vernissage: sabato 28 gennaio 212 ore 18.00 (Cocktail)
Orario di apertura – dal lunedì al sabato – 16.00 - 20.00 
Ingresso: libero
Artisti:
Sarah Arensi, Ugo Astone, Elio Atte, Rosella Barretta, Elena Candoli, Adriana Cappelli,
Cristina Castellani, Antonella Catini, Gemma del Vecchio, Patrizia Di Poce, Ecocentriche (Annarita Mameli e Violetta Canitano), Daniela Foschi, Paolo Gramigni, Mastrullo Davide d1, Sante Muro, Loredana Raciti, SALVIA, Stefania Scala, Angela Scappaticci, Chiara Trentin, Giuseppe Viglione, Simone Vinciarelli

Special guests: 
Vincenzo Calì - Gesti Colorati
Lean (Andrea Leonardi) - Cercare

Info: 
www.openartmarket.it
www.mostrarti.it
www.nwart.it
anto.camp@fastwebnet.it
Tel. 339 4394399 - 392 0861275

openArtmarket – L’arte contemporanea tra promozione culturale e mercato
In seguito alla prima edizione di openARTmarket del 19 novembre a Roma in pieno centro, rione Regola, si inaugura sabato 28 gennaio il secondo appuntamento presso spazio MostrArti. openARTmarket, un’esposizione - mercato permanente per l’incontro di estimatori ed artisti emergenti.
Dare all’arte contemporanea la capacità di aprirsi a nuovi spazi di dialogo e d’incontro con un pubblico sensibile di estimatori, anche se di limitate possibilità economiche, è la finalità con cui si presenta openARTmarket, un progetto innovativo nel quale ‘opera e artista’ escano dalla logica dell’eccezionalità e del collezionismo d’élite per diventare mezzo di comunicazione sociale, oltreché estetico. 
L’idea del progetto è quella di realizzare nel centro di Roma un’esposizione-mercato permanente, dove il pubblico possa iniziare a scegliere opere per la propria collezione, e sia aiutato a prendere l’arte con un po’ più di leggerezza, avvicinandosi alle tematiche ed agli stili espressivi seguendo anche il proprio istinto. 
Nell’intento della sua ideatrice, Antonietta Campilongo – architetto e curatrice di eventi, da anni attiva nel settore organizzativo dell’arte contemporanea in Italia e all’estero – c’è infatti l’esigenza di creare un luogo, dove stabilire un contatto diretto tra l’artista emergente ed il pubblico che si affaccia all’arte contemporanea; un vero e proprio ‘market’ dove guardare, discutere, scegliere e, soprattutto, comperare opere d’arte contemporanee a costi decisamente contenuti (tra i 49 e i 999 euro); un punto d’incontro dove poter dare visibilità e riconoscere all’artista la sua dignità e qualità di creatore d’arte, retribuito per il suo lavoro e per la sua funzione sociale, e dove consentire ad un pubblico di utenti, interessati all’arte contemporanea, la possibilità di acquisire opere di autentico valore artistico. 
Un concetto dell’arte moderna alternativo a quello degli ‘arti-star’ arrivati alla notorietà, supervalutati nei circuiti internazionali del grande collezionismo, difficilmente raggiungibili dal grande pubblico, e alternativo soprattutto a quello di “arte di riproduzione e replica” che, insieme ad una produzione diffusa di minore qualità, è una delle realtà surrogato cui attinge una considerevole fetta di pubblico. Un potenziale mercato che se re-indirizzato potrebbe recepire e rivitalizzare il lavoro degli artisti emergenti riconoscendo loro un ruolo ed un valore di produzione creativo.
Lo spazio espositivo sarà realizzato presso MostrArti, in via Santa Maria in Monticelli 66 (largo Argentina), dove dal 19 novembre si potranno trovare i lavori di artisti emergenti a livello nazionale ed internazionale con cataloghi e materiali di presentazione, e dove inoltre saranno realizzate periodicamente rassegne, in cui saranno presentati al pubblico nuovi talenti.
Ad affiancare l’ideatrice del progetto vi saranno partner di consolidata competenza nell’area dell’art-marketing.
LA SEZIONE SPECIALE
Una particolare sezione sarà rivolta all’Arte del riciclo per promuovere un nuovo modo di pensare i nostri stili di vita consumistici. Attraverso la valorizzazione degli “scarti” come oggetti utili a vivere un’esperienza creativa ed educativa che rispetta l’ambiente, si conferirà nuova vita a materiali che altrimenti verrebbero buttati via perché apparentemente senza valore.
Al frequente interrogativo sulle diverse strade e finalità dell'espressione artistica, l’esposizione risponde con il preciso intento di sensibilizzare artisti e pubblico alle criticità ecologiche, sostenendo ogni percorso utile ad investire risorse ed energie nei processi di riutilizzo degli oggetti e dei materiali dismessi. 
Partner per l’Arte del riciclo sarà NWart, sezione dell’Associazione NEWORLD da sempre presente nel panorama artistico, con la finalità di seguire le problematiche sociali ed ecologiche del nostro tempo.

Nessun commento:

Posta un commento